Person, Process, People, Performance… eravamo abituati a leggere delle 4 “P” del Marketing, ma oggi vi vogliamo presentare le “4 P del Coaching“!!! Un percorso completamente nuovo che nel mondo anglosassone sta già dando ottimi risultati: Persona, Processo, Potenziale e Performance!

Vediamo di cosa si tratta.

P = “Persona”

Le persone al centro del ciclo produttivo di una organizzazione, le persone con cui che si interfacciano con i nostri “padroni” (i clienti) quanto tempo dedichiamo a loro quanto vengono coinvolti, resi responsabili e condividiamo con loro? Quanto realmente teniamo a loro?

Vi racconto un aneddoto.

In un Paese africano un imprenditore occidentale non era soddisfatto della produttività della raccolta delle banane.

Ha fatto ricorso ad incentivi economici, ma i lavoratori hanno risposto negativamente “Ci basta la paga di ogni giorno” – ripetevano. Allora ha provato con premi in oggetti di lusso, ma non ebbe successo. Gli veniva risposto “Non è nella nostra cultura, non sappiamo cosa farcene”. Allora disperato si è rivolto all’ultimo dei facchini e gli ha chiesto: “Perché lavorate così poco?” – e la risposta fu illuminante – “Ci annoiamo” disse!

Allora l’imprenditore fece installare la filo filodiffusione eh diede disposizioni di suonare samba e brani della tradizione locale per tutto il turno. “Magicamente la produttività crebbe del 25%…tutti erano felici di lavorare!

P = “Processo”

Processi di lavoro, come vengono realizzati, organizzati. Cosa facciamo e come lo facciamo.

P = “Potenzialità”

Ognuno di noi ha un potenziale enorme che neanche sa di avere! Lacci e liccioli frenano la nostra vita reale e professionale! NON ESISTONO PERSONE E AZIENDE PROBLEMATICHE o con problemi, ma solamente qualcuno che in un percorso di crescite non riesce a superare degli ostacoli .

P = “Performance”

Concentrarsi su tutti questi aspetti con metodologia, responsabilità porta a sviluppare ognuno di noi al meglio e a creare opportunità laddove fino a ieri si vedevano solo ostacoli! Vedere la luce laddove fino a ieri si vedeva il buio!

SVILUPPARE E MASSIMIZZARE LA PERFORMANCE È UN PROCESSO FATTIBILE E REALIZZABILE SOLAMENTE SE LO VUOI TU!

Nei nostri Hotel non basta la samba o per lo meno è necessario trovare la samba che fa per noi! Per portare il proprio team ad un livello di maggiore consapevolezza ed ala massima performance occorre un vero e proprio Percorso.

Il Coach For Hospitality è capace di attivare percorsi personali ed aziendali e che porta l’hotel ad esprimere una qualità relazionale straordinaria. Le persone sono migliori, il clima di lavoro migliora, gli ospiti lo percepiscono, le recensioni lo registrano, la vostra azienda cresce.

In pochi altri settori le risorse umane sono importanti come lo sono nell’ospitalità, sono IL capitale principale. I nostri ospiti non acquistano solo delle camere, ma accoglienza, ascolto dei loro bisogni, acquistano un’esperienza (frase ormai abusata, ma che conserva tutta la sua verità).

Questa esperienza è fatta di incontri, di sorrisi, di strette di mano oltre che di siti turistici e enogastronomia.

Coaching For Hospitality vuole fare proprio questo: vuole offrire al management e alle proprietà alberghiere degli strumenti per attivare questo PROCESSO DI CONSAPEVOLEZZA, spezzare le catene per liberare tutte le POTENZIALITÀ NASCOSTE NEL VOSTRO HOTEL .

#CoachingForHospitality #BenessereInHotel

Roberto Boccacelli si è formato presso la scuola fondata da John Whitmore Executive Chairman della “Performance Consultants International” di Londra:

Nel 2016 ha fondato Coaching For Hospitality.

Affermato Manager d’hotel attualmente consulente e formatore per strutture tra le più accreditate del panorama dell’hotellerie italiana.