Si spendono tante parole quando si discute di Revenue:  Yield, MOL, Goppar  e poi giustamente Marketing e Esperienze. Siamo sicuri che per incrementare il Revpar  la questione riguarda solo Revenue, Marketing e Comunicazione? Il cliente è veramente disposto a pagare di più  se  viene messa in campo una buona strategia di Revenue o di Marketing ?

Per il Revenue non basta il Marketing

Per la mia esperienza questo non è sufficiente, o meglio non è comunque l’unico mezzo per raggiungere tale obbiettivo. Sono strumenti utili e fondamentali per rendere le nostre strategie vendibili, ma se vogliamo “vendere meglio” e così ottimizzare il Revenue, ritengo che sia  altrettanto fondamentale concentrarsi su Ospitalità e Customer Care migliorando il servizio attraverso il miglioramento dello staff.

Durante i miei corsi di Customer Care mi piace usare spesso questa espressione che racchiude perfettamente ciò che intendo far capire:   “Il prezzo ed il prodotto ti mettono in gioco ..ma sarà il servizio che ti farà vincere la partita”!

Sai che hai un Cliente Interno da curare per il tuo Revenue?

Se stai investendo nel tuo sogno  e stai giocando la partita, ciò che ti manca è investire in quello che è il tuo primo cliente, il cliente interno, cioè i tuoi collaboratori, il tuo staff! Facendolo partecipe, condividendo obbiettivi  e processi in modo attivo il servizio offerto sarà sicuramente migliore .

Il servizio quindi potrà essere elemento distinguente che darà valore  e che renderà la scelta  la migliore…la vincente!

Soddisfazione del Cliente

Avremo quindi un clima di lavoro“realmente positivo” dove si respira una sana collaborazione.  L’ospite percepirà questo come un valore assoluto e sarà disposto a “pagare di  più”. 

Le statistiche

In tal senso, un’interessante ricerca di TrustYou ha evidenziato come, dato un aumento dei prezzi per le strutture con recensioni migliori, gli utenti arriverebbero a prenotare con più probabilità l’hotel con la valutazione migliore a prescindere dalla tariffa più elevata. Se non dovesse bastare per convincervi, il 76% dei viaggiatori ha dichiarato di essere disposto a pagare di più per un hotel, qualora questo abbia ottenuto una valutazione migliore dalle recensioni online dei precedenti ospiti.

Una dimostrazione dell’importanza di una buona brand reputation arriva anche da un recente report di TripBarometer rilasciato da TripAdvisor, secondo cui il 60% degli hotel investirà più risorse in strumenti per la gestione della reputazione online durante il 2015.

I dati interessanti non terminano qui, ecco alcuni fattori da tenere in considerazione per la pianificazione di una strategia efficace:

  • Le valutazioni nelle recensioni influenzano le scelte di prenotazione per il 90% dei consumatori, sia in senso positivo che negativo;
  • L’88% dei consumatori considera le recensioni online e i post su TripAdvisor un fattore fondamentale durante la prenotazione di un soggiorno;
  • Il 53% degli hotel intende investire risorse nel rinnovo delle strutture, mentre il 47% nella formazione dello staff.

E voi che esperienza vivete in Hotel? I vostri ospiti sono realmente soddisfatti? Come si può migliorare?

questo Blog , La mia pagina FacebookSeguici su Twitter 

Roberto Boccacelli

info@coachingforhospitality.com                                                                                                                                                  mobile +39 335 356 111                                                                                                                                                       Performing & Hospitality  Coach                                                                                                                                             Founder of Coaching for Hospitality